top of page

FREEMOVING E LEGA DEL FILO D'ORO:UN INTESA INCLUSIVA



La nostra associazione e le attività per le persone sordocieche

Lo sport come possibilità di sperimentare la libertà o anche solo come occasione per vivere nuove emozioni. Ma provare a praticare una disciplina sportiva è sicuramente anche mettersi un po’ alla prova. Il lavoro di rete è la modalità migliore perché tutti possano farlo e lo sport sia sempre più inclusivo. Ed è quello che è successo con la collaborazione tra Freemoving e il Servizio Territoriale di Lesmo della Lega del Filo d’Oro.

L’unione di competenze diverse permette a persone sordocieche di praticare diversi sport, che divengono anche occasione per poter conoscere altre persone, sentirsi meglio e acquisire fiducia nelle proprie potenzialità. Tra le attività più apprezzate c’è l’esperienza della canoa all’Idroscalo di Milano, grazie agli istruttori della Lega Navale di Milano. L’ultima occasione solo qualche giorno fa. Un gruppo di persone seguite dal Servizio territoriale di Lesmo ha preso parte a un breve corso di tecniche di base per poi provare a pagaiare, affiancati dagli accompagnatori.

Ma sono anche altre le attività sportive sperimentate con noi, per provare a superare i propri limiti, accettare delle regole, rispettare gli altri e impegnarsi per il raggiungimento di un obiettivo individuale. Una collaborazione che rappresenta un’importante esperienza di inclusione. Per accogliere al meglio i nuovi tesserati, FreeMoving ha anche messo a disposizione dei propri volontari e tecnici un corso di LIS (Lingua dei Segni Italiana).

Un modello di lavoro di rete, quello con la Lega del Filo d'oro, che FreeMoving desidera portare avanti anche con altre realtà. Insieme, si può fare di più.


Comments


bottom of page